Focus ON: Gilmore Girls S01E01

Introduzione ai Focus ON

Benvenuti in questa rubrica chiamata Focus ON dove vi parlerò nello specifico di puntate di vari telefilm. Per iniziare ho scelto la puntata uno di Gilmore Girls che ho rivisto da poco su Netflix. Non so quanto questo mio proposito andrà avanti e non so nemmeno se questa rubrica avrà un secondo articolo. Però ho deciso di iniziare comunque questo progetto, mal che vada verrà abbandonato dopo un po’, ma avrete comunque almeno un post interessante da leggere. Mi rendo conto che nella premessa del precedente articolo avevo scritto di non voler più parlare di singole puntate, infatti questo è solamente un esperimento. (La premessa del precedente articolo la lascerò anche sul fondo di questo).

Che differenza c’è tra un Focus ON ed una recensione? Semplicemente che una recensione è un’impressione a caldo della puntata, nata da una visione unica e senza sapere cosa succederà dopo, mentre i Focus ON sono articoli nati da un desiderio di approfondire la puntata guardata e riguardata. Senza il bisogno di commentare tutti gli accadimenti, senza dover far ipotesi sul futuro. Probabilmente ci saranno spoiler su eventi più in là nel corso delle puntate, quindi sconsiglio la lettura a chi non è in pari con le serie di cui parlerò – in questo caso Gilmore Girls.

Focus ON: Gilmore Girls S01E01

Sinceramente, con il passare degli anni, mi ero dimenticato di come iniziasse la prima puntata di Gilmore Girls (non utilizzerò il titolo italiano “Una Mamma Per Amica” perché sto riguardando la serie su Netflix in lingua originale) e sono rimasto leggermente basito per come hanno introdotto i personaggi. Devo anche ammettere che è davvero strano rivedere tutti così giovani, soprattutto Luke fa un certo effetto visto come è cambiato nel tempo. In questo primo episodio sono state lanciate le basi (o almeno abbozzate) per le trame successive, cosa che si può notare solamente con il senno del poi e questo mi fa pensare che i coniugi Paladino avessero le idee molto chiare.

Escludendo la trama principale, ovvero Rory che si iscrive alla Chilton, le cene del venerdì e la relazione con Dean, per tutta la puntata sono stati disseminati tanti piccoli dettagli. Il primo che mi viene in mente è quando in un dialogo Lane afferma che non può rivelare i suoi gusti musicali alla madre. Questa sarà una cosa fondamentale per lo sviluppo del personaggio, i cd nascosti sotto le assi del pavimento, la band e tanto altro. Dubito che Amy e Sherman Paladino avessero già tutto questo in mente, ma sicuramente avevano ben inquadrato Lane e le sue abitudini, non che il rapporto con la signora Kim. Lorelei parla con Sookie del progetto di avere un albergo loro, cosa che si realizzerà diverse stagioni più avanti, ma già qua nella prima puntata viene buttata l’idea. Questa è una cosa bellissima, perché è presentata come un sogno ma io sa già che si avvererà e rende il tutto ancora più dolce.

Il mio personaggio preferito per questa puntata si è rivelato essere Dean, questo è molto strano perché non sono propriamente un suo fan e non ho molti ricordi positivi sul personaggio. Però in questa puntata mi è piaciuto, si è fatto avanti, ha detto le cose giuste. Al secondo posto c’è Lorelei, che è sempre splendida, quindi non si prende il primo gradino del podio per lasciare questa rara occasione a Dean. Rory non mi è piaciuta molto, ma effettivamente la Rory degli inizi non mi piaceva nemmeno prima.

Mi ricordavo che le puntate di Gilmore Girls avevano un’ottima colonna sonora, ma ai tempi non esistevano delle applicazioni che ti rilevavano la musica. Fortunatamente ora esistono e posso dirvi che ho trovato estremamente azzeccate canzoni come Where the Colors Don’t Go di Sam Phillips e There She Goes dei La’s per questa puntata.

Non so quando arriverà il prossimo Focus ON e di conseguenza non posso dirvi se ci sarà un altro capitolo di questa rubrica su Gilmore Girls. Però scrivere questo genere di articoli mi piace molto, perché mi permette di concentrarmi ancora meglio sull’episodio visto. Questo primo Focus ON è stato abbastanza breve, perché si tratta di un esperimento, se porterò avanti la rubrica sicuramente ci saranno articoli più lunghi.

Annuncio fatto nel precedente articolo

Negli ultimi mesi sono stato incostante, questo poiché mi mancava la motivazione per scrivere. Quando ho iniziato era un hobby, mi piaceva esprimere la mia opinione su ciò che leggevo, guardavo o giocavo senza troppe pretese, ma poi un qualcosa è cambiato: le visualizzazioni. Inspiegabilmente sono passato da una media 10-20 visite a settimana a 70-100 al giorno, con anche picchi a duecento in brevi periodi. Questi numeri sono estremamente bassi, mi erano sembrati un trampolino di lancio, quindi mi ci sono buttato e tristemente non è stata una buona idea. Infatti questo numero non è mai aumentato, anzi è diminuito nel tempo. Durante questo periodo ho cercato di postare il più possibile, puntando molto sul numero e poco sulla qualità di quello che andavo a scrivere. A lungo andare, come prevedibile, mi sono stufato e ciò ha portato alla situazione attuale.

Ho quindi deciso di tornare alle radici, scriverò e pubblicherò poco, ma quando lo farò sarà perché ho davvero voglia di dire la mia opinione. Ciò comporterà articoli più curati e lunghi e la cancellazione di alcune serie.

Precedente Parliamo di Stardew Valley Successivo Parliamo di Pokémon Luna

Lascia un commento

*