Recensione Pokémon Shuffle

Pokémon Shuffle è un gioco free to play rilasciato da Nintendo da ormai parecchi mesi e si presenta come una serie di puzzle da risolvere. Sull’onda del successo di giochi di combinazione, Pokémon Shuffle è della stessa tipologia ma con la variante dei pokémon.

Il gioco è disponibile da diversi mesi sul Nintendo e-shop per essere scaricato gratuitamente, ma ovviamente è fornita la possibilità di fare acquisti in gioco per ottenere monete e cristalli. A differenza di molti altri giochi della stessa tipologia, Pokémon Shuffle non ti obbliga a dover spendere dei soldi reali per proseguire la vostra avventura, perché sia le monete che i cristalli si potranno guadagnare battendo i pokémon. I primi livelli saranno molto facili e con ogni probabilità riuscirete tutti quanti ad arrivare almeno al livello venti senza aver mai perso una sola sfida, più in là però le cose si complicheranno.

Prima vi ho detto che Nintendo non vi obbligherà a spendere soldi reali per poter avanzare di livello, tuttavia ci sono alcuni livelli, per esempio quello di Onix o di molti pokémon di tipo acciaio, che saranno letteralmente impossibili da superare senza comprare dei potenziamenti. Fortunatamente questi saranno acquistabili a prezzi accettabili consumando monete guadagnate nei vari livelli (ogni livello battuto per la prima volta vi da 100 monete e dalla seconda in poi 30, mentre i livelli extra e quelli speciali vi daranno 200 monete alla prima vittoria e poi anche loro 30).

Uno degli aspetti negativi di questo gioco è sicuramente il tempo di attesa per la ricarica delle vite. Infatti, guadagnerete un cuore ogni mezzora sino ad un massimo di cinque e ogni volta che vorrete fare un livello, indipendentemente dalla riuscita, dovrete consumarne uno. Spero che con degli aggiornamenti futuri rendano questa modalità più user friendly riducendo il tempo di attesa o facendo spendere cuori solo in casa di sconfitta.

Alla fine di ogni livello di Pokémon Shuffle, se avrete vinto, vi faranno lanciare una pokéball e in base a quante mosse o tempo vi sono rimasti (e anche in base al pokémon, perché ognuno ha una sua percentuale iniziale) verranno calcolate le vostre possibilità di cattura. Se il lancio avrà esito positivo il pokémon entrerà a far parte della vostra squadra, se invece avrà esito negativo potrete spendere 2500 monete per lanciare una megaball che avrà probabilità doppia rispetto al tiro precedente. Sfortunatamente la modalità di cattura dei pokémon è completamente randomica e quindi per ottenere i pokémon di tutti i livelli sarete costretti a sfidarli un numero di volte anche molto elevato.

Ogni settimana, utilizzando la vostra connessione ad internet, Nintendo mette a disposizione una serie di livelli speciali in cui potrete incontrare pokémon leggendari che non saranno ottenibili in altri livelli. All’interno di questi livelli speciali ci sono anche delle sfide particolari come il Safari Pokémon dove incontrerete randomicamente (attenzione però, alcuni pokémon sono più rari di altri) i vostri avversari, oppure le Sfide Progressive dove la probabilità di cattura aumenta ad ogni sfida insieme alla difficoltà del livello. Inoltre ci sono modalità a torneo per ricevere premi come megapietre o livelli giornalieri.

In generale  Pokémon Shuffle è un buon gioco free to play da utilizzare quando si ha semplicemente voglia di rilassarsi o si è troppo stanchi per attività videoludiche più impegnative.

Se vi è piaciuto questo articolo andate a recuperare anche quello su Miitomo e Animal Crossing

Precedente Recensione Star Wars Episodio VII Successivo Recensione Detective Conan 83